al hamen decanter

Arriva un altro importante riconoscimento, questa volta in ambito mondiale. Ad attribuirlo è la prestigiosa rivista internazionale Decanter con i suoi World Wine Awards 2021, che consegnano ufficialmente la Medaglia d’Argento e la valutazione di 90 punti ad Al Hamen” Passito di Noto Doc 2019. Un vino che continua piacevolmente a stupire e affascinare e che è un’ulteriore conferma della scelta anche etica della cantina di produrre in biologico in uno degli angoli più affascinanti del Mediterraneo: il borgo marinaro di Marzamemi, con le vigne piacevolmente comprese tra il mare e le campagne di Noto, capitale del barocco siciliano.

Prima di Al Hamen, un altro importante vino di Ramaddini, il Patrono Doc Noto d’Avola 2016 aveva conquistato l’anno scorso la medaglia di bronzo con Decanter.

“Accogliamo con entusiasmo e con orgoglio anche questo riconoscimento, che giunge questa volta da un palcoscenico internazionale della cultura enoica, come il prestigioso Decanter – dice con soddisfazione Carlo Scollo, titolare. – La valutazione di Decanter ci permette di rafforzarci sui mercati esteri, dove già siamo presenti con le nostre etichette in Paesi come Canada, Germania, Ucraina, Francia e Inghilterra. Certamente i premi della critica e delle giurie, siano essi nazionali o mondiali, fanno sempre piacere e li associamo al giudizio più importante: quello del pubblico e dei fruitori”.

Ed anche su questo fronte Ramaddini continua a ottenere sempre più consensi, con il “tutto esaurito” registrato nei primi appuntamenti organizzati dopo la riapertura, come per Cantine Aperte, e con un ricco calendario di eventi che presto sarà presentato alla stampa. Non prima, però, di avere assolto all’appuntamento più importante per una cantina, quello con la vendemmia, che inizierà tra qualche settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Web Agency: Jestosoft